IN CERCA DI BELLEZZA – Cura del bene pubblico

IN CERCA DI BELLEZZA
Cura del bene pubblico

In Cerca di Bellezza parte dall’azione StreetArt Caponago nata dalla necessità della scuola di rispondere a reiterati atti di vandalismo nei bagni. La risposta creativa è stata l’attivazione di un processo di abbellimento delle porte dei bagni coinvolgendo i ragazzi in ogni fase dall’idea alla realizzazione.
Di concerto con le otto classi coinvolte è stato individuato il tema centrale attorno a cui sviluppare le proposte creative, il tema del “potere”. E’ stato attivato un blog di progetto per raccogliere le bozze proposte e infine è stata attivata una campagna di crowdfunding sul portale Eppela per raccogliere i fondi necessari alla realizzazione dell’opera. Il valore creato dal progetto ha cambiato la percezione dello spazio da luogo da deturpare a opera di Street Art.

Negli anni successivi il laboratorio è stato oggetto di una continua riprogettazione in stretta collaborazione con la scuola: si sono individuati nuovi bisogni e si è ritualizzato il tempo di cura dello spazio scuola.
Si è attivato così il percorso In Cerca di Bellezza in collaborazione con il Comune che ha portato i ragazzi a spedire diverse lettere a diversi personaggi pubblici e non (come ad esempio il senatore Roberto Rampi, la scrittrice Loredana Limone, il giornalista Fabio Geda, l’astronauta Umberto Guidoni, lo chef Enrico Cerea, lo street artisti Willow, il divulgatore scientifico Gianluca Ranzini, ecc.) per porre loro la domanda “Cos’è la bellezza?”. Sono stati organizzati degli incontri serali a scuola e infine si è realizzato un murales sulla facciata esterna dell’istituto.
Prendersi cura di uno spazio significa trasformarlo e farlo proprio, ripensarlo e condividerlo insieme.

target:

Comunità Scolastica, studenti, insegnanti, genitori, pubbliche amministrazioni.

tag/parole chiave: 

Bellezza, Spazi pubblici, Comunità, Cura.

l’abbiamo fatto con: 

I.C. Ada Negri – Scuola Secondaria Falcone Borsellino; Comune di Caponago

PROGETTI CORRELATI