fbpx

TEATRO DEI BORGIA

TEATRO DEI BORGIA

Periodo di residenza: 8-15 gennaio 2024

 

IL PROGETTO

 

“Oltre ogni limite, ovvero del vivere quotidiano”

Artisti in residenza:

Oltre ogni limite, ovvero del vivere quotidiano è un progetto interdisciplinare di  formazione, ricerca e produzione artistica focalizzato sul dialogo e lo scambio tra Pratiche e Saperi,  teso alla scoperta di punti di congiunzione tra teatro d’arte, sociologia, antropologia, politica e alterità.

Confine, frontiera e limite sono termini spesso usati come sinonimi, ma in realtà presentano delle differenze: se il confine è una linea che segna due territori contigui, riconosciuta da entrambi i confinanti, la frontiera è invece un confine chiuso da barriere dove ci si confronta, o affronta, infatti deriva da fronte, che è un termine del linguaggio militare; il limite invece è una linea tracciata unilateralmente, oltre si entra in un mondo altro, spesso sconosciuto. Ora questi termini non hanno un uso solamente politico, ma interessano altre dimensioni, in quanto segnano anche delle differenze economiche e sociali, di classe e di
genere, reali o simboliche, oggettive o psicologiche. Ma confine, frontiera e limite non sono solo degli spazi pluridimensionali, sono anche polifunzionali perché possono escludere o includere, o ancora comprendere entrambe le possibilità. Infatti sono spazi dove scambio e conflitto si avvicendano, oppure coesistono. Tali spazi devono sempre essere considerati in modo storico e dinamico.

 

 

 

 

Ciò che accade alle frontiere politiche, che in alcuni casi non vengono più considerate, in altri vengono spostate o create ex-novo, accade anche ai confini e ai limiti. Ad esempio, una delle frontiere più presidiate per circa due secoli, tra Francia e Germania, oggi è un confine appena percepibile, mentre la frontiera che contrapponeva L’Occidente all’Oriente russo, prima sovietico, si è spostata dalla Germania est all’Ucraina. Infine al posto della Jugoslavia esistono nuove realtà statali chiuse nei loro confini.

 

LA COMPAGNIA

 

Teatro dei Borgia Impresa Sociale è una compagnia di teatro d’arte vocata alla creazione contemporanea: opera per disturbare il mondo con il teatro d’arte e il teatro d’arte con il mondo. Nel 2022 TB ha ricevuto due importanti riconoscimenti il Premio Rete Critica e il Premio della Critica 2022-ANCT.

TB è stata fondata nel 2013 da Elena Cotugno (premio Maschere del Teatro 2021 e due volte finalista Premio UBU)  e Gianpiero Alighiero Borgia (premio ANCT – Sipario 2010). Alla base del lavoro della compagnia ci sono i principi del Teatro d’Arte di Konstantin Stanislavskij, appresi dai maestri Vasil’ev e Alschitz, e la volontà di evolverli nel confronto con la realtà. Errore e Ricerca della vita dell’attore sulla scena rappresentano i fondamenti che orientano lo sviluppo artistico di TB.

Torna su