UN ESCHIMESE IN AMAZZONIA / THE BABY WALK


12 APRILE 2019 @ 21:00

Ideazione e testo Liv Ferracchiati
Scrittura scenica e interpretazione di Greta Cappelletti, Laura Dondi, Liv Ferracchiati, Giacomo Marettelli Priorelli, Alice Raffaelli
Produzione Teatro Stabile dell’Umbria,
Centro Teatrale MaMiMò, Campo Teatrale, The Baby Walk

Vincitore Premio Scenario 2017

Un eschimese in Amazzonia è uno spettacolo sull’identità di genere. Il titolo, tratto dalla citazione dell’attivista Porpora Marcasciano, fa riferimento al contesto socio-culturale avverso che “compromette, ostacola, falsifica un percorso che potrebbe essere dei più sicuri e dei più tranquilli”: il modello binario sesso/genere, omosessuale/eterosessuale, maschio/femmina va in cortocircuito, invadendo e condizionando le nostre vite senza che ce ne accorgiamo. La presenza degli “eschimesi” nella società chiede a tutti di rimettere in discussione le regole.

Vincitore del premio Scenario 2017, Un eschimese in Amazzonia è l’ultimo capitolo della Trilogia sull’Identità, in parte presentata lo scorso autunno nel prestigioso contesto della Biennale Teatro.

Video trailer

THE BABY WALK nasce nel 2015 con la stesura e l’avvio della Trilogia sull’Identità. Il progetto, ideato da Ferracchiati, è un’indagine in tre capitoli sul tema dell’identità di genere attraverso l’utilizzo di diversi linguaggi: parola, danza e video. In particolare è indagato il rapporto tra cinema-teatro e danza-parola. The Baby Walk, in questo senso, vuole essere un crocevia pulsante di idee e azioni fra la produzione di spettacoli diversi fra loro, ma che conservano una matrice comune. The Baby Walk è: Liv Ferracchiati (regista/autore, a volte, anche in scena), Greta Cappelletti (dramaturg/autrice, a volte, anche in scena), Laura Dondi (costumista/danzatrice), Linda Caridi (attrice), Chiara Leoncini (attrice), Alice Raffaelli (attrice/danzatrice), Lucia Menegazzo (scenografa), Giacomo Marettelli Priorelli (light designer/attore),
Andrea Campanella (videomaker).

Apripista

TEATRO DEI SIMILI / Mercedes La Cantora Popular

Regia e drammaturgia Federico Lapo Bidoglio