fbpx

Summer School “Drammaturgia di Comunità”: ecco com’è andata la prima edizione

Breno, Val Camonica. La Congregazione delle Suore Messicane mettono a disposizione l’Accademia Arte e Vita che gestiscono da tempo, un vero e proprio servizio per la comunità che offre attività performative, teatrali e musicali. Non poteva esserci spazio migliore per ospitare la prima Summer School “Drammaturgia di comunità”.

Una tre giorni per rispondere alla domanda: “Cos’è la Drammaturgia di Comunità?”

 

Il castello del paese. Il fiume. L’anfiteatro dell’Accademia delle Arti. Gli spazi per il pranzo e per le cene. Silenzio. Attenzione. Orecchie tese ai suoni, ai colori, al territorio. Un gruppo di dieci persone, eterogeneo per provenienza, età ed esperienze si relaziona attraverso training teatrale, percorsi teorici e pratici. Insieme crea un network che ascolta il territorio tutt’intorno e ne costruisce un’installazione multiforme che ogni ventiquattro ore diventa il puzzle concreto, la metafora sulle risorse di una comunità. Scarpe eleganti e abito da sera sul letto, pronto per essere indossato. Inviti personalizzati. Pietanze speciali. Anche la cena del sabato diventa performativa: setting previlegiato per racconti, letture, condivisioni di oggetti e di ricordi che traducono esperienze e idee di comunità.

 

La Summer School di Industria Scenica, realizzata in cordata con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, ha mosso i suoi passi attraverso le esperienze collezionate negli anni, i progetti realizzati e i ricordi delle tante Comunità incontrate. Con l’intervento del Professor Claudio Bernardi, accademico ed esperto ricercatore di teatro sociale, ha definito cosa sia la drammaturgia di comunità – tracciandone un inquadramento teorico. L’obiettivo è la condivisione di esperienze, strategie e contenuti che permettono agli studenti, agli artisti, agli operatori sociali protagonisti di questa prima edizione della Summer School di diventare una risorsa per potenziare e aumentare i servizi che si offrono alle Comunità e per creare una rete di esperti e professionisti del settore.

 

La Drammaturgia di Comunità è un modello di cooperazione creativa. L’arte è il veicolo, non il fine. Uno strumento che durante la Summer School di Industria Scenica è stato studiato per quattro giorni e che, di mano in mano, ha acceso dieci nuovi motori del mondo culturale.

 

Industria Scenica ringrazia tutti i partecipanti, la Congregazione delle Suore Messicane, il Professore Claudio Bernardi e l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia.

Torna su