Circolo Everest, torna il teatro: intervista a Luca Pasquinelli di Club Silencio

Domani venerdì 24 ottobre torna il Teatro al Circolo Everest. Per l’inaugurazione della stagione teatrale 2014/15  la compagnia Club Silencio, nata all’interno dell’Accademia ZeroNove di Milano, porterà in scena lo spettacolo dal titolo “Il Dottor K”: un noir dal ritmo incalzante ambientato ai giorni nostri.

Abbiamo fatto alcune domande al regista nonché autore della piéce, Luca Pasquinelli, ed ecco l’intervista completa.
Con Il Dottor K ci vediamo domani sera, venerdì 24 ottobre, in via Sant’Anna 4 alle 21.

I.S.:  Come nasce la Compagnia Club Silencio?
La compagnia Club Silencio nasce dalle cose meravigliose che ho visto fare dai miei compagni durante le lezioni di recitazione. Ho pensato che avrei voluto vederle su un palco e che quei ragazzi erano le uniche persone che potevano mettere in scena le cose folli che scrivo! Il nome è un omaggio a David Lynch.

I.S.: Se ti dico “teatro” tu cosa mi dici?
Se dici Teatro, rispondo Vita.

I.S.: Tre parole per descrivere il vostro teatro.
Prendo in prestito una citazione del nostro maestro di recitazione ( Stefano Fiorentino ) e dico: Sentire, Diventare, Seguire.

I.S.: Cosa manca sul piano culturale alla città di Expo 2015? Milano può candidarsi ad essere la città della Cultura e del teatro?
Io adoro Milano: è una città coraggiosa, ambiziosa e instancabile. E’ l’unica città italiana che potrebbe candidarsi a città della cultura e del teatro. Riguardo l’Expo, in tutta onestà, non saprei rispondere perché non sto seguendo con molta cura gli sviluppi. Posso solo dire che un buon esempio di cultura e coraggio a Milano è il Festival It – Independent Theatre

I.S.: Se ti dico Everest tu cosa mi dici?
Everest è uno spazio fantastico…a me è piaciuto subito moltissimo. Ha un’atmosfera insieme colorata e retrò che trovo molto suggestiva. E’ anche un esempio da seguire per tutte quelle giovani compagnie che vogliono aprire uno spazio.