Andavo a 100 all’ora | Intervista a Renata Ciaravino e Luca Quaia

Venerdì 16 ottobre il Circolo Everest ospita la prima di Andavo a 100 all’ora, il nuovo spettacolo prodotto da Industria Scenica che indaga, attraverso la storia di Andrea, Valeria e Nicoletta, uno dei mali del nostro tempo: la dipendenza dal gioco d’azzardo patologico.
Le tre esistenze protagoniste della pièce vivono le conseguenze della costante esposizione alle attese – degli altri e di se stessi – e della pressione che diventa la cifra del loro malessere: davanti alle richieste di un mondo sempre più incalzante fuori e caotico dentro, i protagonisti non trovano altra strada se non quella di giocarsi il tutto per tutto…

Pubblichiamo qui l’intervista alla drammaturga Renata Ciaravino e al regista Luca Quaia che ci raccontano come nasce lo spettacolo e il significato di alcune scelte registiche alla base della rappresentazione.

[Il debutto di Andavo a 100 all’ora é previsto per venerdì 16 ottobre al Circolo Everest, via sant’Anna 4 a Vimodrone. Per info comunicazione@industriascenica.com]