+

Drammaturgia di Comunità - Industria Scenica /

La Drammaturgia di Comunità è un modello di cooperazione e cura sociale basato sulle arti performative e sull’antropologia culturale, attento ai differenti sistemi rituali e alle specifiche caratteristiche culturali di ogni comunità coinvolta (Claudio Bernardi – Il Teatro Sociale).
Promuove una socialità partecipata, una fruizione attiva attraverso esperienze cooperative e collaborative, di promozione, valorizzazione e identificazione dei bisogni, storie e valori di un gruppo e/o un territorio. Gli interventi di drammaturgia di comunità rispondo a urgenze di tipo artistico e di tipo sociale, uniscono le potenzialità di azioni performative allo sviluppo di processi sociali che pongono al centro la creatività e la partecipazione.
Le azioni proposte tendono a rompere il ritmo quotidiano e a coinvolge in maniera performativa; sono interventi di site-specific art che si svolgono all’interno di una comunità o di un gruppo specifici. Il target è contemporaneamente partecipante, autore del progetto e responsabile per il processo, in una relazione che si vuole organica, creativa e produttiva.
A partire dall’individuazione di un bisogno si passa alla creazione partecipata di una mappa socio-relazionale che connette il target alle risorse socio-culturali.
Gli ambiti di intervento vanno dalle politiche giovanili ai rapporti intergenerazionali, dai gap sociali provocati da difficoltà e differenze sociali, economiche, etniche e religiose alla microeconomia solidale.
La durata progettuale varia a seguire obiettivi e processi, possono essere di durata breve come una giornata o un weekend, ma possono anche svilupparsi sul lungo termine con percorsi formativi e attivazione di un calendario festivo.

Per questi progetti contatta:

info@industriascenica.com


BEST PRACTICE



Industria Scenica – Drammaturgia di Comunità

Scopri tutti i progetti in portfolio