+

Vigili a regola d’arte. Quando la polizia locale insegna l’educazione civica attraverso l’arte

maggio 10, 2018


Drammaturgia di Comunità Alessia Musillo Commenti disabilitati su Vigili a regola d’arte. Quando la polizia locale insegna l’educazione civica attraverso l’arte

All’interno del progetto “Educazione Stradale, rispetto delle regole e legalità”, ideato e realizzato da Industria Scenica e dal Comando di Polizia Locale di Vimodrone, i vigili si fanno promotori dell’educazione civica, delle regole di buona convivenza, del rispetto verso gli altri e dell’insegnamento dei valori della legalità, servendosi per la prima volta della cultura. La comunità di Vimodrone, attiva cittadina alle porte di Milano, sulla linea verde della metropolitana, si riunisce in una serie di appuntamenti per condividere questi temi che la polizia locale tratterà in modo del tutto originale. Infatti, attraverso l’arte, i vigili mostrano un volto nuovo coinvolgendo un pubblico di diverse fasce d’età: dalla scuola dell’infanzia agli adulti.

L’obiettivo è quello di utilizzare la cultura, nello specifico la disciplina teatrale, per trasmettere in modo innovativo l’idea del rispetto delle regole presentando il lato umano delle istituzioni.
Le attività iniziano il 9 e il 10 maggio e si concludono il 13 giugno. Di seguito il calendario.

PROGRAMMA

mercoledì 9 e giovedì 10 maggio – con le classi seconde delle scuole primarie di via Battisti, di via Fiume e di via Piave (Vimodrone)

VIMOTOUR
Percorso Teatralizzato, ore 11:00 e ore 14:30

Vimotour è un percorso pedonale teatralizzato. Dall’Istituto Comprensivo di Vimodrone alla piazza centrale del paese, due attori e due conduttori mettono in scena un laboratorio animato attraversando la cittadina.
A seguire, un laboratorio artistico per la creazione di cartoline disegnate dai bambini con le indicazioni e i consigli per le buone pratiche stradali da rispettare.

venerdì 11 maggio – con le classi prime della scuola secondaria di primo grado di Vimodrone ore 11:00
Everest
Via Sant’Anna 4, Vimodrone (MI)

EVENTO RINVIATO A DATA DA DEFINIRSI > e venerdì 11 maggio – in occasione della Festa di Santa Croce
ore 18:30
aperitivo performativo – dedicato ai genitori – sul tema dei giovani online con l’intervento della psicologa Silvia Alessandri
presso la tensostruttura sita all’interno di Cascina Tre Fontanili di Vimodrone

Elea Teatro

WEBulli

di e con ​Serena Facchini ed Ermanno Nardi
supervisione drammaturgica e registica di ​Renata Ciaravino
progetto video di ​Elvio Longato
tecnico ​Marco Grisa
produzione ​Industria Scenica, Next Laboratorio delle Idee – Regione Lombardia con il contributo di​ Fondazione della Comunità Bresciana, Fondazione ASM con il patrocinio di​ Amnesty International Italia

WEBulli indaga gli attuali fenomeni del cyberbullismo e del sexting, ossia gli atti di bullismo e molestia, lo scambio di contenuti di carattere sessuale attraverso i nuovi media digitali. La narrazione associa il teatro alla videoproiezione, che diventa l’elemento fondamentale in scena – la scenografia, la scansione temporale degli eventi e parte integrante dello spettacolo. I due attori, Serena Facchini ed Ermanno Nardi, affrontano un tema tanto delicato con un linguaggio leggero e poetico, che tocca dolcemente un universo drammatico.

Elea Teatro nasce nel 2008. Da allora opera sui territori di Brescia e Milano producendo spettacoli e performance, proponendo laboratori di teatro, organizzando eventi culturali e coordinando interventi di drammaturgia di comunità.
Elea ha partecipato, con i suoi spettacoli, a festival e rassegne come Ribalta (Treviglio); Premio Lidia Petroni, Crucifixus, Quasi Solo, Acque&Terre, WonderlandFestival (Brescia); Rossobastardo Live-Festival dei Due Mondi (Spoleto); Teatri Riflessi (Catania); Festival delle Arti (Bologna); Cada Die Teatro (Cagliari), Tagadà di Ilinx, stagione Teatro Crt Salone, IT Festival, Next 2013 e 2014 (Milano), Teatro in Classe, Ert (Modena), FIT Festival Internazionale del Teatro/Fringe L’AltroFestival (Lugano), InScena! Theater Festival di New York, Per un teatro contemporaneo di Stalker Teatro. Dal 2012 Serena Facchini ed Ermanno Nardi, due degli elementi della compagnia, hanno preso parte alla nascita della Cooperativa Sociale Industria Scenica. Oggi Elea Teatro è la compagnia interna a Industria Scenica.

domenica 27 maggio

ore 17:00 – da confermare
nei pressi del Comando di Polizia di Vimodrone

Jenny Pavone
WAITING FOR THE MISS

di​ Cristina Geninazzi

Leggiadria e goffaggine si mischiano in una performance comica dal sapore ironico con acrobazie sospese in aria, mediante l’utilizzo di un trapezio. L’artista circense, Cristina Geninazzi, in arte Jenny Pavone, divertirà il pubblico con movimenti studiati su misura per muoversi fra eleganza e impaccio, svelando le sue sorprendenti e abili capacità tecniche in un continuo saliscendi di umorismo e grazia.

Cristina Geninazzi​, in arte ​Jenny Pavone​, da anni porta avanti lo studio e l’amore per il teatro fisico, il clown e le discipline aeree.
Diplomata alla scuola di teatro fisico con metodo Jacques Lecoq di Milano prima e alla FLIC, scuola di circo di Torino, poi, Cristina si è esibita in diverse manifestazioni: festival di strada, chic cabaret, feste e inaugurazioni, spettacoli di grandi compagnie; muovendosi tra Italia, Francia, Slovenia, Norvegia, Scozia, Galles, Inghilterra e Finlandia. Dal 2012 è performer per la compagnia gallese NoFitState Circus, per il nuovo spettacolo di circo, teatro ‘Noodles’ – presentato nel 2013 anche al Festival FRINGE di Edimburgo.

lunedì 28 maggio – con le classi terze della scuola secondaria di primo grado di Vimodrone ore 11:00
Everest
Via Sant’Anna 4, Vimodrone (MI)

Fondazione Cinemovel

MAFIA LIQUIDA

da un’idea d​i Nello Ferrari
di ​Vito Baroncini
soggetto di​ Elisabetta Antognoni, Vito Baroncini, Andrea Basti, Enzo Bevar, Nello Ferrieri regia di​ Vito Baroncini, Andrea Basti, Nello Ferrieri
lavagna luminosa​ Vito Baroncini
montaggio e musiche​ Andrea Basti
produzione esecutiva​ Enzo Bevar e Nello Ferrieri

Il palcoscenico dell’Everest ospiterà una performance multimediale durante la quale il cinema e il disegno verranno riprodotti su una lavagna luminosa. Mafia Liquida è un work in progress cinematografico che racconta le storie di personaggi sopraffatti dall’illegalità. Una narrazione coraggiosa e attuale che si crea attraverso la sperimentazione di più linguaggi artistici in dialogo: dal disegno di animazione, al fumetto di Vito Baroncini insieme alle musiche di Andrea Basti la rappresentazione propone una cronaca cinematografica proiettata su una lavagna luminosa, il supporto tecnologico in grado di raccontare storie di tutti i giorni, storie comuni che subiscono prevaricazioni mafiose. Si affronta un tema le cui radici sono profondamente ancorate nella storia del nostro Paese. Lo spettacolo, messo a punto durante l’edizione 2014 di Libero Cinema in Libera Terra – il festival di cinema itinerante contro le mafie – è un progetto di arte partecipata che si arricchisce degli incontri, delle storie che Cinemovel incontra sul suo cammino e lungo le strade della legalità.

Fondazione Cinemovel è un progetto culturale innovativo, dedicato al cinema itinerante e alle potenzialità comunicative che il mezzo cinematografico è in grado di sviluppare.
Dal 2001 Cinemovel Foundation fa viaggiare il cinema come strumento di conoscenza, scambio e sensibilizzazione per contribuire allo sviluppo culturale, sociale ed economico dei luoghi che attraversa. Riscopre, nel viaggio, l’incontro tra tradizione, innovazione e la qualità dell’esperienza come valori propri del cinema. Con vari mezzi di trasporto e grazie alle nuove tecnologie, Cinemovel si muove tra paesi proiettando film all’aperto, promuove campagne di informazione insieme ai partner locali e sviluppa attività di formazione per stimolare la nascita di realtà indipendenti nei vari luoghi che visita. La peculiarità delle proiezioni itineranti di Cinemovel è quella di rappresentare una novità assoluta per il luogo, per i contenuti e per il contesto in cui si proietta. Quando scende il buio, il fascio del proiettore illumina la sera e il ronzio del microfono annuncia l’inizio del film, davanti allo schermo si raccoglie una comunità pronta a condividere un momento artistico. Così il luogo diventa, con la visione collettiva partecipata, una piazza universale di confronto. Con la presidenza onoraria di ​Ettore Scola e la consulenza scientifica di ​Pierluigi Sacco​, Cinemovel Foundation ha dato vita ad uno strumento itinerante di comunicazione sociale che utilizza l’immagine in movimento e la rete per mettere in comunicazione campagna e città, centro e periferia, paesi con altri paesi, culture con altre culture continuando a fare quello che il cinema fa fin da quando è nato: raccontare storie.

mercoledì 13 giugno – con le classi del terzo anno della scuola dell’infanzia di Vimodrone ore 9:00
LABORATORIO CREATIVO

a seguire

STORIE IN BICI
L’educazione stradale spiegata ai bambini presso Cascina Tre Fontanili
dai 3 ai 10 anni

Si tratta di uno spettacolo di narrazione durante il quale verranno spiegate, mediante il gioco e l’arte, le regole e i comportamenti da tenere in strada. In scena una bicicletta stilizzata per raggiungere luoghi lontani e vicini, per raccontare storie e imparare i segnali stradali che tutti i giorni incontriamo lungo la strada e sono parte del nostro arredo urbano.

Tagged with:

Comments are closed.